venerdì 14 luglio 2017

Le ricette di MammaStranger: Barattolino delizioso pesche e mascarpone

Buongiorno a tutti!!!

Come stanno andando le vostre vacanze?

Ditemi la verità quante volte avete acceso il forno quest'estate??? ahh ahhh, eh lo so , lo so che al solo pensiero di un forno acceso dentro casa, vi viene il mal di pancia... tranquille succede anche a me;-)

E' per questo che io amo utilizzare il mio "adorato Thermomix" anche d'estate, sia per evitare di accendere il forno, sia per ricette fresche ed estive.

Questa sera avrò una cena ed ho pensato di preparare un dessert che i miei bambini amano particolarmente, già il nome è tutto un programma: 

Barattolino delizioso pesche e mascarpone.





Un delicato dessert a base di biscotti cookies home made, crema al mascarpone,  e pesche zuccherate.

Ed ecco la ricetta per voi.

Ingredienti:

2 uova
1 tuorlo
130 gr di zucchero
500 gr di mascarpone
300 gr di biscotti tipo cookies home made oppure acquistati
300 gr di sciroppo di limoncello
200 gr di pesche a pezzettini
succo di mezzo limone
50 gr di zucchero



Preparazione:

Lavare e tagliare a pezzettini le pesche e metterle in un recipiente con il succo di mezzo limone e 50 gr di zucchero;

Posizionare la farfalla. Mettere nel boccale le uova, il tuorlo e lo zucchero, montare: 6 min, vel 4. Togliere la farfalla

Mescolare: 2 min, vel 3, aggiungendo il mascarpone a cucchiaiate dal foro del coperchio.

Passare velocemente i biscotti cookies in uno sciroppo preparato al momento a base di 50 gr di acqua, 1 cucchiaio di zucchero e 1 cucchiaio di limoncello;





Adagiare i biscotti sul fondo del barattolino, aggiungere 2 o 3 cucchiai di crema al mascarpone e in cima completare con una bella cucchiaiata di pesche zuccherate, preparate in precedenza.


Mettere il tutto in frigorifero per circa un paio di ore prima di servire.

Poi mi direte...che bontà;-)

MammaStranger (Valentina)

nb: con la ricetta proposta si otterranno circa 6-7 barattolini deliziosi:-)

martedì 11 luglio 2017

Vi racconto le mamme Expat: Milano - Santo Domingo... sola andata!!!


"Non è il titolo del nuovo film di Natale dei fratelli Vanzina, ma un po' quello che è successo a noi. 
Io son amante dei viaggi da sempre, Milano mi è stata un po' stretta da che me ne ricordo e le mia curiosità mi ha sempre spinto a voler andare e conoscere il mondo. Ho vissuto 6 mesi in Egitto nel 2002, quando ero giovanissima. E una volta ritornata, nonostante la vita sembrasse aver preso binari comodi e sicuri, la voglia di ripartire non si è mai assopita. 

Nel 2011, con mio marito, abbiamo iniziato a pensare seriamente ad un trasferimento. Ci siamo accorti di aver bisogno di dare uno stop alla vita così come stava andando. Avevamo bisogno di tempo, di calma, ritmi lenti e più umani. E ci abbiamo voluto provare.

Abbiamo iniziato a studiare la cosa, qualche mese per organizzarci e ci siamo trasferiti! 
Non è stato semplice, anzi. Ma a distanza di 5 anni e di una bambina ( ;) ) posso assolutamente dire che PER NOI è stata la scelta migliore che potessimo fare.


A Sosua abbiamo trovato proprio la lentezza e la vita a misura d'uomo che cercavamo. Certo abbiamo rinunciato a tante cose (stipendi sicuramente più alti, comodità, aver tutto a portata di mano, etc) ma ne abbiamo guadagnate altre. Mare e clima caldo 12 mesi all'anno come prima cosa. Che per una milanese è un aspetto mica da poco ;)  Ma non solo! Ringrazio ogni giorno il fatto di poter stare insieme, noi come coppia ed ora con Priscilla. Poter godere della natura, fare cose per noi stessi.



Ovviamente ci sono cose che ci mancano. Primo fra tutti, le nostre famiglie e gli amici. Affetti lontani che a volte, nella quotidianità, ti manca non aver li accanto, a portata di abbraccio. Passare sempre da uno schermo, diciamocelo, a volte non è affatto sufficiente! 
Ogni tanto mi chiedo (ma soprattutto mi chiedono) se ho voglia di tornare a vivere in Italia.  E sinceramente adesso come adesso la risposta è no. Anche la vacanza italiana che stiamo vivendo proprio in questo periodo, me lo ha confermato. 

Mi piace la brillantezza e la vivacità di Milano, gli stimoli e le opportunità. E per un paio di mesi me li son goduti, partecipando ad eventi e sfruttando questo periodo per provare e far provare alla mia bimba, cose che in repubblica dominicana non possiamo fare. Ma pensare di tornare in pianta stabile, no. Non riesco a reimmaginarmi a vivere qui. 

Da quando ho aperto il blog Centrifugato di mamma in tantissimi mi scrivono per avere informazioni, per sapere com'è vivere in Repubblica Dominicana. 

Io fatico sempre un po' a rispondere. Credo che ogni posto possa andar benissimo per alcune persone e malissimo per altre. E' tutto molto soggettivo. Noi ci troviamo benissimo, amiamo il posto e la sua gente. E pur non vedendo solo i lati positivi, accettiamo i difetti e non ci pesano cosi tanto. In 5 anni, da quando viviamo qui, invece, ho visto tante persone, coppie o famiglie, trasferirsi e poi andarsene perchè proprio non è il posto per loro. A volte il sogno caraibico acceca un po' un'analisi critica e ci si ritrova dopo qualche mese in un posto che non è come quello che sognavamo. Diciamo che dopo la fase Mojitos sulla spiaggia ti accorgi che c'è altro ;)  

La realtà è molto diversa da quella italiana, è comunque un paese povero, dove ti trovi a dover fare i conti con la mancanza di cose che consideriamo scontate. Bisogna essere molto sinceri con se stessi e capire se è la realtà che fa per voi. I primi passi per trasferirsi in repubblica dominicana sono molto semplici secondo me: bisogna innanzitutto fare una seria analisi del paese e capire se fa per noi, venire a vedere in una o più vacanze esplorative cercando di guardare il più possibile la realtà senza viverla solo da turisti. E darsi del tempo per analizzare le cose. 

A chi consiglio la repubblica dominicana? A chi non ha paura di caldo e sole, a chi ama la musica ad alto volume e la gente che ti saluta e ti sorride ogni volta che ti incontra. 
Noi non vediamo l'ora di risalire sull'aereo che ci riporta nel nostro piccolo paesino. Vi aspettiamo?"



Flavia 


Ps se volete scoprire di più sulla vita nella Repubblica Dominicana e su Flavia:


Se volete raccontare la vostra storia da Expat, saró felicissima di raccontarla all'interno della mia rubrica, "Vi racconto le mamme Expat"

Inviatemi  i vostri racconti, muniti di foto, in formato word presso la mia casella di posta elettronica:

MammaStranger ( Valentina)